Dal 31 ottobre al 4 novembre 2018

La dignità umana – Racconti dall’Asia

In occasione della settimana dell’arte a Torino e nell’ambito degli eventi di Paratissima Art in the City, etcetera in via Vanchiglia 16, ospita la mostra fotografica di Vanessa Marenco.
L’artista propone 16 ritratti che ha fatto durante diversi viaggi nel corso degli anni in Asia e più specificamente in Iran, Uzbekistan, Turkmenistan, Israele, Siberia, e Mongolia.
“Per me viaggiare – racconta Vanessa Marenco – è il modo migliore di impiegare il tempo. Non mi sembra importi, però, quanta strada si percorre: ci sono viaggi che ti succedono nella via dove vivi, ed altri invece a migliaia di chilometri di distanza. Ciò che resta centrale, comunque, è chi ti accompagna sulla strada, chi ti capita vicino mentre prendi un treno che ti porterà attraverso la Russia asiatica verso la Mongolia, o chi si ferma e ti sorride mentre sali sulle Torri del Silenzio a Yadz.  Credo che l’essere umano sia un valore in sé, e che ad esso si debba rispetto. Questa mostra nasce come una celebrazione di chi ha condiviso con me alcuni momenti dei miei viaggi in Asia.”

Da mercoledì 31 ottobre a domenica 4 novembre dalle ore 10 alle 20 con orario continuato
Etcetera – via Vanchiglia 16 (interno cortile) Torino
Per maggiori informazioni 338.3847399

Mercoledì 6 giugno – ore 18.00

Quattro fotografi in mostra

Etcetera ospita il lavoro di quattro fotografi: Claudio Cravero, Stefania Levi, Allen Schill e Gianpiero Trivisano. Dal 6 giugno al 14 luglio.
Nel periodo di esposizione – ad un prezzo speciale – potrete farvi fotografare dal vostro artista preferito e insieme al ritratto portare a casa una cornice artigianale in ceramica Raku. 

I ritratti si faranno dalle ore 17 alle 20, con il seguente calendario:
8-9 giugno  Claudio Cravero
22-23 giugno Gianpiero Trivisano
5 e 7 luglio Stefania Levi

Claudio Cravero con “Bangladesh 2018” racconta il suo viaggio tra gli zingari nomadi e le “scuole mobili” create da Don Renato (Ruha Onlus). Un incontro con la popolazione locale che affronta con dignità le quotidiane difficoltà di sopravvivenza.

Stefania Levi e Allen Schill presentano un lavoro che è maturato con il trascorrere del tempo. Il mondo liquido e colorato di lei e quello materico e monocromo di Allen, un minuzioso archivio di oggetti, si sono mischiati per dare origine ai loro “Dittici”.

Gianpiero Trivisano espone due fotografie di Sarah, selezionate dal progetto “I am not afraid to take a stance” in cui il ring diventa metafora di vita, un match in cui spesso si combatte contro se stessi.

Un esempio di cornice in ceramica raku che potrete abbinare al vostro ritratto eseguito dai fotografi.